LUCCACOMICS CI HA LASCIATO IN MUTANDE
(ma noi avevamo già provveduto a coprirci)
Tornati da Lucca 2008, un breve -ma speriamo significativo- reportage. Mostra bellissima, tantissimi autori, tanti eventi, tantissimissime persone (per qualcuno anche troppe) a testimonianza della -relativa- vitalità del settore. E' stato veramente BELLO vedere la stupenda cittadina toscana piena di gente con buste colme di fumetti, stupirsi di quella "vità" che in poche mostre AL MONDO hanno.
FANTASTICO.
Le note dolenti, però, ci sono, e non sono poche.
Innanzitutto, capisco perfettamente che la mostra sia organizzata anche a beneficio della città e dei suoi commercianti, ma quello che non riesco ad accettare è che gli addetti ai lavori debbano pagare uno scotto così alto per poter esporre a Lucca. Parlo, ovviamente, della collocazione dei padiglioni, sempre più sparsi all'interno della città, che privilegia i "centrali" Napoleone (editori e limitrofi), mentre gli altri, il lontanissimo Anfiteatro (quasi un km di distanza...), ed i nascosti Antelminelli e San Giusto (vicini ma mal segnalati), sono risultati scarsamente visitati. Ma diciamocelo pure: anche con un'ottima segnaletica, è ovvio che i visitatori si muoverebbero principalmente nella zona centrale, avvantaggiando sicuramente gli editori (che poi si trovano lì essenzialmente per promozione e pubblicità, sicuramente non solo per vendere... ma questo è un altro discorso, così come pure lo è quello relativo alle novità svendute in fiera... ma ne parleremo in altra sede). Dunque, tornando alla location, molti espositori, la maggior parte dei quali aveva anche una lunga "anzianità di servizio" a Lucca (il sottoscritto "solo" sei anni, ma c'erano espositori che partecipavano anche da quindici-venti anni), si sono trovati a pagare tanto quanto gli altri, per avere stand lontani (e vuoti), talvolta anche fatiscenti (nell'Antelminelli mancavano le porte... quando pioveva entrava acqua, che ha danneggiato moltissimo materiale), sentendosi anche dire "se non ti va bene, non sei obbligato a partecipare".
Risultati: incassi dimezzati rispetto allo scorso anno.
Sarà la crisi? Ma se gli editori e gli espositori della zona centrale si sono fregati le mani per quattro giorni? 
Allora... ci saranno altri motivi?
Sull'argomento torneremo, statene sicuri: come potete intuire dalla foto a fianco, non abbiamo paura di "mostrarci"... (F.S.)




Ecco dove eravamo!

 
Padiglione regolarmente vuoto...

 
Francesco Settembre (destra) e Daniele Pignatelli (sinistra) per la consegna dei premi dell'Associazione Fumetterie)

 
I premiati: da sinistra Andrea Rivi (per PANINICOMICS: Deathnote come "fumetto bestseller"); Riccardo Burchielli (DMZ come "miglior serie"); Marco Schiavone (BD, per la promozione 666 Satan 1 a 1 euro come "miglior iniziativa"); un rappresentante della Planeta/DeAgostini ("miglior casa editrice")

 
Noia mortale, in attesa della folla!
 

\
Stupefacenti, in ogni caso, le offerte!

 
L'ormai famoso striscione di Romics

 
Un poco credibile Joker
 

\
Due pirla a confronto...

 
Un bellissimo elfo!

 
Un "nonsoquale" wrestler

 
Il vincitore dello Zooqquadrion Contest!


Un trio di straordinarie bellezze!

 
 Sempre più gente al padiglione Antelminelli (sarà per il nome-scioglilingua?)

 
 Capitan Findus!

 
La piazza era comunque bellissima

 
Superman dei poveri

 
Una Supergirl amatoriale

 
Un altro trio di bellezze

 
L'anno scorso, una foto identica, aveva segnato un primato di ben altro livello...
Sarà per il 2009!

\
Mini Darth!

 
Un Dottor House (sempre dei poveri!)

 
Gangbang a cena!

 
Un segnale di buon auspicio per l'ultimo giorno? (!!!)

 
 Una fantastica campagna pubblicitaria!! Degna di Zelig o Colorado Café!

 
La bellissima cover (originale) dell'albetto di Narnia Fumetto 2008 (by Dell'Otto!)

 
Un somigliantissimo Tex!

 
Due nostre affezionate clienti!


La fine! Manco le mutande!! Fortunatamente ci eravamo premuniti...